L'Associazione

L’amore è partecipazione: unisciti a noi per rendere più bella la nostra città”

L’Associazione Culturale Mario Brancaccio, che conta ad oggi oltre 8.000 soci, è stata fondata nel Dicembre 1990 in memoria dell’Avv. Mario Brancaccio con lo scopo di creare un centro d’aggregazione culturale e di sensibilizzare i cittadini alla valorizzazione, alla conoscenza e al restauro del nostro immenso patrimonio culturale e monumentale e di creare iniziative preposte a riavvicinare il pubblico al cinema d’autore.

In oltre 25 anni di storia, tante sono state le iniziative promosse al fine di restituire ai cittadini opere da anni abbandonate o degradate; ricordiamo, tra tutte, il restauro della statua del "Corpo di Napoli", della Fontana della Fortuna nel Cortile d’Onore di Palazzo Reale, della "Guglia dell’Immacolata" a Piazza del Gesù, della Fontana della Sirena a Piazza Sannazzaro, il restauro del Chiostro Grande e dell’Aranceto nel complesso dei Girolamini, con la riapertura della prima sala della Biblioteca dello stesso, il restauro del monumento Ai Martiri Napoletani di Piazza dei Martiri e dell’Obelisco di Piazza Santa Maria degli Angeli e, inoltre, la ricostruzione e il restauro del gruppo scultoreo di Partenope sulla sommità del Teatro S. Carlo

Numerose anche le iniziative volte a riavvicinare il pubblico al cinema d’autore, con l’istituzione di prestigiosi premi tra cui il Premio ANICA Scuola "Soggetti per il Cinema" e del Premio annuale "Guglia di Napoli".
Tantissime le personalità del mondo della cultura e dello spettacolo che sono intervenute nel corso degli anni agli eventi dell’Associazione Brancaccio: Bernardo Bertolucci, Alberto Sordi, Ettore Scola, Lina Wertmuller, Francesco Rosi, Nicola Piovani, Giovanna Mezzogiorno, Roberto de Simone, solo per dirne alcuni.